Parlare in pubblico

parl in pubblico 2

È un dato di fatto che, quando parliamo di fronte a un pubblico, comunichiamo attraverso tre dimensioni: quello che diciamo, cioè il contenuto, poi la nostra voce e infine il nostro corpo.

Ed è universalmente accettato che tra contenuto, voce e corpo, a colpire di più quelli che ci ascoltano non sono le parole che diciamo. Anzi, le parole sono piuttosto indietro, in questa classifica a tre, fatto da cui si possono trarre due conclusioni.

La prima: quando siamo di fronte a qualcuno diciamo quello che ci pare, tanto le nostre parole pesano pochissimo, rispetto a come ci muoviamo, a come siamo vestiti, a quanto urliamo o sussurriamo.

La seconda: siccome alle cose che vogliamo dire, ci teniamo, facciamo attenzione a come usiamo la nostra voce e il nostro corpo, di modo che ci aiutino a far passare meglio le parole che diciamo.

Il corso, proposto da SPELL, in sintesi è tutto qua: imparare a organizzare queste tre dimensioni del parlare in pubblico, così da essere adeguati al contesto in cui ci troviamo a parlare.

Per informazioni: info@castaspell.it