Rwanda diffra

Quella sul genocidio in Rwanda è stata la mia prima puntata registrata per Wikiradio. Risale al 2014, in occasione del ventennale dell’inizio del massacro.

Non mi è semplice parlare di quella vicenda, con nessun mezzo, né con un libro, né in una lezione, né in una conferenza e nemmeno in radio. Sì, d’accordo, di argomenti complessi e al tempo stesso importanti ce ne sono molti e il dichiarare la difficoltà ad affrontarli è un modo per mettere le mani avanti, fosse mai che qualcuno dice di non riuscire a seguirti.

Provo a essere più specifico.

Nel caso del Rwanda, per me il problema non è mettere in fila i fatti. Le fonti non mancano, ci sono ottime pubblicazioni disponibili, c’è del buon materiale in rete, ci sono persone competenti con cui parlare e confrontarsi, ci sono testimoni diretti che sono raggiungibili e disposti a narrare la propria storia. Insomma, si tratta solo di dedicare tempo alla ricerca e poi di strutturare il racconto, cercando di essere più chiari possibile.

Ma per  me esiste un ostacolo, che cerco di affrontare da diversi anni, sinora senza grandi risultati:

dimostrare che il genocidio in Rwanda è un evento fondamentale.

Se si capisce almeno un po’ cosa sia successo, in quella primavera del 1994, credo si capiscano meglio molte cose di oggi. La debolezza della comunità internazionale, per cominciare. E il fatto che, nei nostri mondi più industrializzati – che dire ‘più civilizzati’ è un azzardo – il razzismo è ancora radicato al punto da impedire di guardare i problemi per quello che sono e, dunque, risolverli.

In Diffrazioni parlo del mio lavoro, e affrontare la storia del genocidio in Rwanda lo considero uno dei miei lavori più importanti. Luca Leone, direttore della casa editrice Infinito, che gestisce insieme alla moglie Maria Cecilia Castagna, mi ha proposto di ritornare sul piccolo paese africano. L’idea è di fare uscire, nel 2018, una nuova edizione di Rwanda, istruzioni per un genocidio, che con loro ho pubblicato nel 2010.

Questo libro è il mio tentativo di capire qualcosa, di quella tragedia, e di ragionarci insieme a chiunque ne abbia voglia, a partire da questo nuovo tentativo di raccontare, che inizio in questi giorni.

#RwandaIstruzioniPerUnGenocidio

Il link alla puntata del 7 aprile 2014 di Wikiradio – Il genocidio in Rwanda

Scelte difficili, 18 agosto 2018

Schermata 2017-07-30 alle 12.29.14

Ogni giorno un evento, la nascita o la morte di un personaggio, raccontati in mezz’ora. È la formula di Wikiradio, programma di Radio Tre. Ogni tanto capita anche a me di registrarne qualche puntata. E, una per volta, le inserirò su Diffrazioni.

* * *

 

Il genocidio in Rwanda, 7 aprile 2014

Il disastro del Challenger28 gennaio 2016wikiradio

La morte di Drazen Petrovic7 giugno 2016

La convenzione delle Nazioni Unite contro la Tortura, 27 giugno 2016

I caschi blu, 7 novembre 2016

L’Unesco16 novembre 2016

Carl Friedrich Gauss, 23 febbraio 2017

Srinivasa Ramanujan, 26 aprile 2017

La pena di morte, 2 ottobre 2017

Ken Saro Wiwa, 10 novembre 2017

Werner Heisenberg, 5 dicembre 2017